Turandò, la principessa della libertà al Teatro della Tosse

di Giulia Cassini

Da una testa che rotola all'eterno dilemma di un enigma criptico lo spettacolo con Petra Magoni e Ferruccio Spinetti

Al Teatro della Tosse giovedì 23 gennaio alle 20:30 va in scena "Turandò", dal regno favolistico cinese passando per la visione operistica sino ad una dimensione nuova, che ripercorre molte convinzioni del presente. Riesce ad essere intramontabile, antica e allo stesso tempo moderna Turandò, in una riproposizione di quel "Tu che di gel sei cinta" che si sente nei teatri d'opera. Si riprende infatti l'idea della principessa che non vuole essere la moglie di nessuno, al contrario di tutte quelle favole vecchio stampo dove la parte femminile non aspettava altro che un bel principe per risolvere tutti i suoi problemi o per trovare la felicità. Turandò però è costretta dal padre Imperatore a mettere su casa, quindi decide di accettare come consorte solo colui che riuscirà a risolvere tre difficili indovinelli. Per chi fallisce c’è la decapitazione.

Questa storia comincia con una testa che rotola. L’ennesima. Eppure muove dal dubbio, dalla contestazione se vogliamo. Chi è oggi Turandot? L’etimo della parola principessa, chi occupa il primo posto, pone interrogativi. Il primo posto di cosa? Nella cronaca rosa? Nella politica? Nel cuore dei sudditi? Nell’economia? Nella scienza? 

Sul palco/podio due sovrani del panorama artistico, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, moltiplicheranno i loro talenti per alimentare il vero soggetto di questo racconto: l’enigma. Il ritmo serrato è esercizio per la mente, ma larga parte piacerà al cuore. Filo rosso dell'evento l'emozione.

Turandò

Teatro della Tosse Genova

23 gennaio ore 20.30

Drammaturgia e regia Marta Dalla Via

In scena MUSICA NUDA - Petra Magoni & Ferruccio Spinetti

Corvino Produzioni In collaborazione con BUBBA MUSIC