Truffe agli anziani, a Genova più di 3000 casi nel 2019

di Redazione

Il comune da il via alla campagna di sensibilizzazione per over 65: "Diffidente? No, prudente!"

Truffe agli anziani, a Genova più di 3000 casi nel 2019

Con 3132 denunce nel 2019, rispetto alle 2240 del 2018 su scala provinciale, le truffe sono un tipo di reato in aumento anche nel capoluogo ligure. Per questo il Comune di Genova ha lanciato una campagna informativa dedicata in particolare ai 129 mila cittadini over 65.

L'iniziativa è dell'assessorato alla Sicurezza. "Diffidente? No, prudente!" il titolo di una pubblicazione prodotta in 20 mila copie, distribuite nei municipi e nei distretti della polizia locale, e stampata - in stile americano - anche sui cartoni del latte.

In tal senso l'amministrazione ha collaborato con l'azienda Latte Tigullio che ha personalizzato 300 mila confezioni di tetrapak. La campagna, che include anche manifesti per strada e messaggi sui media locali, contenuti sul web e materiale spedito a casa insieme alle bollette della Tari, è stata presentata a palazzo Tursi dall'assessore alla Sicurezza Stefano Garassino e dal comandante della polizia locale Luca Giurato.

Nell'opuscolo sono illustrati tutti trucchi messi in atto dai malviventi e che spesso hanno come target la popolazione anziana: dai finti addetti del gas alle false baby sitter, ai sotterfugi come le richieste di aiuto da sedicenti amici dei nipoti agli incidenti stradali fittizi. "La truffa è un reato odioso - afferma Garassino - perché sfrutta le paure e le debolezze".

Attraverso la campagna si invitano i cittadini a non esitare a chiedere aiuto al numero unico di emergenza 112 o al numero verde 800394839. "Molte truffe non vengono neppure denunciate perché chi le subisce si sente umiliato e pensa di essere stato poco attento" sottolinea Garassino. "Questa è una delle campagne più massicce mai fatte - afferma il comandante della polizia locale Luca Giurato - la campagna è rivolta agli anziani ma i giovani hanno un ruolo altrettanto nel sensibilizzare i propri parenti".

100 operatori di polizia locale saranno presenti con dei gazebo nei mercati dei diversi quartieri della città. Il Comune sta definendo accordi per la distribuzione delle guide anti truffa anche nelle farmacie, nelle parrocchie e negli studi dei medici di famiglia.