Treni in Liguria, incontro sindacati-Berrino su esuberi e controllo green pass

di Edoardo Cozza

Si è parlato anche delle difficoltà dei nuovi regionali ad arrivare a Ventimiglia per le carenze della rete elettrica e della questione ex Thello

Treni in Liguria, incontro sindacati-Berrino su esuberi e controllo green pass

Esuberi, pandemia e problemi sul servizio sono stati i temi trattati nell'incontro richiesto da Filt Cgil Fit Cisl Uiltrasporti Ugl ferrovieri Fast Orsa con l'Assessore regionale ai trasporti Berrino.

Tra le criticità più evidenti l'esubero di 16 operatori che a seguito della prossima soppressione dei carrellini a bordo degli intercity, rischiano di restare senza lavoro; sul fronte del servizio, è stato affrontato il problema dell'impossibilità, per i nuovi treni Pop e Rock, di raggiungere Ventimiglia a causa della diversa tensione della rete elettrica, complicazione alla quale la Regione sta cercando di porre rimedio.

L'allarme dei sindacati è proseguito rispetto alle misure imposte a contenimento della pandemia ed in particolare circa il controllo del green pass a bordo treno che, come hanno dimostrato anche i recenti episodi di cronaca, mette il personale di bordo a rischio aggressioni: su questo punto è stato chiesto all'Assessore che i controlli avvengano solo a terra.

Rispetto invece alla discussa questione del servizio ex Thello, la lunga percorrenza Milano Ventimiglia via Genova, il sindacato ha chiesto che il servizio venga inserito nei contributi statali anziché a mercato, in modo da poterli garantire alla Liguria in via definitiva. I

nfine i sindacatai hanno chiesto una maggiore attenzione al trasporto merci, con il ripristino di binari di precedenza lungo le riviere eliminati nel corso degli anni: per i sindacati, questa inversione di tendenza favorirebbe la possibilità di effettuare un maggior numero di treni merci e viaggiatori decongestionando così l'asfittica viabilità stradale ligure.