Condividi:


Traghetti, decisione del Tar Lazio: nessuno stop a bando tratte con Sardegna

di Edoardo Cozza

Respinte le richieste di Grimaldi Euromed. Il prossimo 4 giugno si terrà l'udienza di merito

Conferma anche in sede collegiale dei bandi Invitalia d'indizione delle procedure per l'affidamento in concessione del servizio pubblico di trasporto marittimo di passeggeri, veicoli e merci tra Civitavecchia, Arbatax e Cagliari e viceversa, nonché tra Genova e Porto Torres e viceversa, con obblighi di servizio pubblico per la continuità territoriale marittima. 

Lo ha deciso il Tar del Lazio con due ordinanze con le quali ha respinto le richieste fatte da Grimaldi Euromed S.p.A., e fissato il 4 giugno prossimo l'udienza per la decisione dei ricorsi nel merito. Con le due impugnative la società contesta anche il disciplinare di gara (in particolare, degli articoli che individuano l'oggetto della concessione e il luogo di esecuzione, che disciplinano i 'Soggetti ammessi a partecipare', e quelli recanti il 'Termine per la presentazione dell'offerta'), nonché tutti i passaggi dell'intera procedura. 

Il Tar, premettendo che "l'unico motivo astrattamente ostativo alla partecipazione alla procedura, che giustifica la immediata impugnabilità del bando, è ravvisabile nella dedotta incongruità del termine previsto per la presentazione delle offerte" ha considerato "in disparte la mancata allegazione di elementi atti a dimostrare la concreta impossibilità di formulare un'offerta nel termine di 58 giorni dalla pubblicazione del bando", che tale termine "risulta conforme alla 'riduzioni dei termini procedimentali per ragioni di urgenza' (previsti dalla normativa) per tutte le procedure di affidamento".