Condividi:


Traghetti, gara singola per trasporto in continuità marittima sulla Genova-Porto Torres

di Marco Innocenti

La concessione scadrà il 28 aprile. Il Mit ha fissato una base d'asta di 25,8 milioni di euro

Dopo le gare per le tratte marittime Civitavecchia-Cagliari e Termoli-Tremiti, in scadenza il 20 aprile, e l'avviso per presentare manifestazioni di interesse per la Civitavecchia-Olbia (termine slittato alle 13 del 31 marzo), il ministero dei Trasporti e Invitalia hanno pubblicato singoli bandi per l'affidamento in concessione del servizio di trasporto di continuità marittima per 60 mesi sulle linee Genova-Porto Torres, con scadenza il 28 aprile, e Napoli-Cagliari-Palermo (29 aprile). Per la prima l'importo a base d'asta è di 25,8mln (109.5 mln i costi operativi stimati), per la seconda 33.6 mln con costi operativi di 89.3 mln.

Nel frattempo, dopo un incontro con i sindacati di categoria, è emersa la volontà di Tirrenia-Cin, l'affidataria della convenzione ormai scaduta, di proseguire il servizio sulle rotte da e per la Sardegna e per quella Termoli-Tremiti sino al 15 marzo. Resta però da definire cosa accadrà dopo, quando i traghetti potrebbero restare fermi in mancanza di una proroga ufficiale da parte del Ministero dei Trasporti, accusato più volte dai sindacati per "l'inaccettabile silenzio" sul futuro dei collegmenti e dei posti di lavoro. L'unico spiraglio arriva dalla compagnia di navigazione che fa trapelare l'intenzione di non lasciare il servizio scoperto né, tanto meno, i passeggeri a terra.