Condividi:


Tragedia a Paraggi, turista precipita dal balcone dell'hotel e muore: indagini in corso

di Alessandro Bacci

Si tratterebbe di una fatalità, il 43enne era rimasto bloccato e ha provato a calarsi dal balcone prima di scivolare e sbattere la testa

Tragedia intorno alle 2 di notte a Paraggi. Un turista 43enne è morto dopo essere precipitato dal balcone di un hotel. Secondo una prima ricostruzione l'uomo sarebbe rimasto bloccato sul balcone insieme alla moglie dopo che la porta a vetri della camera si è chiusa. Preso dal panico ha cercato di telefonare alla reception dell'hotel ma in quel momento lo smartphone probabilmente non aveva segnale. Così la decisione di calarsi dal balcone.

Durante la manovra l'uomo è scivolato sbattendo la testa. Le urla della donna hanno attirato l'attenzione dei gestori della struttura che hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Purtroppo l'impatto si è rivelato fatale, nonostante l'uomo fosse caduto da un'altezza non troppo elevata, circa tre metri. 

I carabinieri hanno ascoltato i testimoni, a cominciare dalla moglie della vittima, che è sotto choc, e il personale dell'albergo. Sembra che una mattonella su cui si era appoggiato l'uomo abbia ceduto facendogli perdere l'equilibrio e facendolo precipitare. Un grave trauma alla testa avrebbe provocato la morte.

Sull'accaduto è intervenuto anche Roberto Tiraboschi, direttore del "Piccolo Hotel", luogo della tragedia: "Non capisco perché non abbia usato la scala. Bastava prenderla, appoggiarla al balcone e scendere. La scala la teniamo sempre in quel punto perché la usiamo per salire a controllare i condizionatori". La coppia era arrivata ieri alle 18 in hotel. "Hanno preso la camera e poco dopo sono usciti per andare a cena. Quando sono rientrati ci hanno chiesto una bottiglia di vino rosso, poi è avvenuta la tragedia", racconta Tiraboschi.