Toti: "L'annessione del centrodestra moderato alla Lega sarebbe danno agli elettori"

di Marco Innocenti

"Un partito unico, con una collocazione chiara all'interno del Ppe, è un progetto ambizioso ma occorre un percorso molto complesso"

Toti: "L'annessione del centrodestra moderato alla Lega sarebbe danno agli elettori"

"La Federazione del centrodestra? Se si pensa ad un'annessione del mondo moderato, sia esso Forza Italia o Coraggio Italia dentro il perimetro leghista con contenuti, collocazione, parole d'ordine tipiche del mondo leghista, faremmo un danno agli elettori. Se invece ci mettiamo tutti in discussione allo stesso modo a prescindere dal peso dei numeri e costruiamo una spazio dove tutte le culture abbiano cittadinanza, è un altro percorso". A dirlo Giovanni Toti, leader di Coraggio Italia e presidente della Regione Liguria, in un'intervista al quotidiano 'La Repubblica'.

"Se si tratta di un coordinamento parlamentare - dice Toti - mi pare ci sia già e però possiamo renderlo più operativo; se si tratta di costruire un organismo tra partiti della coalizione, anche questo in qualche modo lo stiamo già esercitando nella riunione in cui si scelgono i candidati sindaci. Se, invece, parliamo di andare verso un partito unico, con una collocazione chiara all'interno del Partito popolare europeo, è un progetto ambizioso e anche un mio vecchio pallino, ma occorre un percorso molto complesso, la cui dinamica è bene chiarire sin dai primi passi. Mi auguro che Salvini lo espliciti".