Super Green Pass, pareri discordanti tra i genovesi: chi è d'accordo e chi ha paura del vaccino

di Alessandro Bacci

"Le regole sono giuste, bisogna rispettarle", il parere di due baristi. Ma c'è chi è contrario: "Rende ancora più evidenti le disparità tra vaccinati e non vaccinati"

Obbligo vaccinale e terza dose; estensione dell'obbligo del vaccino a nuove categorie; istituzione del Super Green pass a partire dal 6 dicembre; rafforzamento dei controlli e campagne promozionali sulla vaccinazione. Sono questi i quattro ambiti di intervento previsti nel decreto legge varato che detta "misure urgenti" per evitare che la pandemia dilaghi e il Paese si fermi. Ma cosa ne pensano i genovesi di queste ulteriori misure prese dal governo? I pareri nel centro di genova sono discordanti.

Il primo barista che incontriamo è estremamente favorevole: "Le regole sono giuste, bisogna rispettarle, ci atteniamo alle condizioni. Secondo me il vaccino è da fare, non è esagerato."

Un'altra barista, senza mascherina e non vaccinata, esprime tutto il proprio scetticismo: "È una cosa inutile perchè rende ancora più evidenti le dispartità tra vaccinati e non vaccinati. Abbiamo paura di vaccinarci non essendo neanche tutelati dallo stato, così non va bene. Sono estremamente scettica, e trovo scettico vaccinare i bambini, una cosa sperimentale. Dovrebbe esserci ancora libertà ma non ce n'è. Stando al decreto i non vaccinati possono solo lavorare, supermecrato e farmacia. Il resto? Non si sa. Vai a leggere le faq e non è spiegato nulla, attenderemo."

Una delle novità dovrebbe essere l'obbligo di green pass anche a bordo dei mezzi pubblici. Una signora si schiera a favore di questa scelta: "Sono molto d'accordo, io mi sono già prenoatta per la terza dose. Visti i risultati sinceramente non c'è tanto da dire, sono d'accordo con il vaccino."

Infine una barista di via Fieschi, si è vaccinata ma sottolinea il caos che si è creato con tutte queste nuove norme: "Secondo me è un po' troppo, il vacccino se vuoi vivere devi farlo. Non ci abbiamo capito niente noi ma penso che neanche loro. Mi sembra un po' troppo un paciugo. Sui mezzi pubblici è esagerato, voglio vedere come fanno. Nel bar si perde un po' di gente, non sono tanti i non vaccinati ma ci sono. Non so nemmeno io cosa pensare, c'è molta incretezza."