Spezia, Thiago Motta: "Nessuna tabella salvezza, voglio concentrazione"

di Redazione

"Tra di noi c'è un entusiasmo enorme, come prima della gara col Venezia. Dobbiamo portarlo in campo anche sabato con l'Empoli"

Spezia, Thiago Motta: "Nessuna tabella salvezza, voglio concentrazione"

Il traguardo della salvezza è ad un passo per lo Spezia di Thiago Motta.

Il margine di dieci punti sul terzultimo posto e il vantaggio negli scontri diretti hanno allentato di molto la pressione sui liguri. Ma di tabelle non vuole sentire parlare. "No, quelle non le faccio. Le leggo e basta. Io penso solo a vedere gli allenamenti e alla partita contro l'Empoli. Tra di noi c'è un entusiasmo enorme, come ne vedevo prima della partita contro il Venezia. Questo fuoco va portato in campo anche sabato. Per me corpo e mente vanno di pari passo e oggi la squadra è al massimo".

Niente turn over dunque, chi ha giocato di meno dovrà guadagnarsi il posto. Compresi i giovani che ambiscono ad ampliare il proprio minutaggio, come Antiste, Sher o Podgoreanu.

"Noi pensiamo all'oggi e basta. Non prevedo alcun particolare cambio, ogni giorno tutti hanno la possibilità di mostrare il proprio valore. Cosa si fa durante la settimana ti può meritare di stare tra i convocati e poi nell'undici titolare. Da me conta solo la meritocrazia".

Al termine della partita contro il Venezia, Motta è apparso commosso mentre salutava il pubblico. "Ho giocato in stadi grandi, ma ogni emozione è diversa. Chi è nel mondo del calcio ha la fortuna di poter approfittare del momento e quello è stato il migliore della mia vita in quel preciso frangente. Spero di viverne tanti altri con questi ragazzi".

E in merito al suo percorso stagionale. "Io sottovalutato? Mi concentro sul lavoro quotidiano, con convinzione e idee. Il resto non lo prendo in considerazione".