Condividi:


Spezia, inaugurato il nuovo parcheggio di Pagliari

di Marco Innocenti

Inserito nel più ampio progetto Miglio Blu, garantirà circa 100 posti auto. Peracchini: "Vogliamo creare un distretto nautico sempre più importante"

È stato inaugurato alla Spezia, alla presenza del sindaco Pierluigi Peracchini, dell’assessore regionale alle infrastrutture Giacomo Giampedrone, dell’assessore ai lavori pubblici Luca Piaggi e dall’assessore allo sviluppo economico Genziana Giacomelli, il nuovo parcheggio di Pagliari che è inserito nel più ampio progetto del “Miglio Blu”, finanziato con fondi regionali pari a 1.175.000 di euro, con un contributo di 300mila euro dell’Autorità di Sistema del Mar Ligure Orientale e 75 mila euro dal Comune della Spezia.

“Il Miglio Blu è uno dei progetti di punta dell’Amministrazione, finalizzato alla realizzazione di una delle linee di mandato, La Spezia capitale della nautica – dichiara il sindaco Pierluigi Peracchini – Oggi inauguriamo la prima tappa, ovvero il parcheggio di Pagliari che garantisce oltre cento posti auto a servizio del quartiere e dei lavoratori dei cantieri navali, con la consapevolezza che l’investimento interessa non solo le infrastrutture e i lavori pubblici, ma soprattutto lo sviluppo della Città e la formazione professionale attraverso un progetto ad ampio spettro di cui ringrazio sia l’Assessore ai Lavori Pubblici Luca Piaggi sia l’Assessore allo Sviluppo Economico Genziana Giacomelli. La nautica per La Spezia è come l’automotive per Torino: un’eccellenza riconosciuta in Italia sulla quale è necessario puntare, proprio per dare impulso alla creazione sul nostro territorio di un distretto nautico ancora più rilevante a livello internazionale. Regione Liguria è al nostro fianco nella realizzazione di interventi di riqualificazione nell’area di viale San Bartolomeo e che interessano il tratto tra il ponte della Darsena di Pagliari fino al Muggiano, e nelle attività di comunicazione e branding, ma non solo. Il Miglio Blu è un volano economico senza precedenti attraverso un piano territoriale di formazione per lo sviluppo del territorio proprio grazie a risorse regionali. Investire sulla blue economy e sulla nautica significa investire sul nostro futuro: La Provincia della Spezia, infatti, è la prima in Italia per incidenza delle imprese dell’economia del mare, seconda per incidenza dell’occupazione e quinta per valore aggiunto generato da questo settore. Alla luce di questi dati, crediamo fortemente che per far ripartire l’economia del nostro territorio a seguito dell’emergenza Covid-19 sia necessario puntare su queste grandi potenzialità che offrono ulteriori opportunità nella formazione, nella ricerca, nella produzione e nei servizi”.

Il nuovo parcheggio garantirà circa 100 posti auto a servizio degli abitanti dei quartieri limitrofi e dei lavoratori dei cantieri navali presenti. Un’opera che ha consentito di riqualificare un’area abbandonata da decenni al degrado e che consentirà di liberare parte della strada di Viale San Bartolomeo, recuperando così spazi utili per le altre opere oggetto del progetto “Miglio Blu”.

"Regione Liguria ha creduto e appoggiato sin dall’inizio il progetto di sviluppo e promozione di quest’area della città della Spezia - ha spiegato l'assessore Giampedrone - dove coesistono cantieri nautici che sono il fiore all’occhiello del settore a livello mondiale, importanti centri di ricerca internazionali come il CMRE della NATO e il CSSN della Marina Militare e un porto turistico del calibro di Porto Lotti. Per questo abbiamo finanziato con 1milione e 175mila euro la riqualificazione e valorizzazione di quello che vogliamo diventi un distretto di eccellenza a livello internazionale della nautica, anche in chiave turistica. L’inaugurazione di oggi dell’area di parcheggio non è che il primo passo di questo significativo percorso, che porterà enorme valore aggiunto all'intero comprensorio, alla città a Spezia e a tutta la nostra regione".

Finalità dei lavori è creare un nuovo distretto produttivo dedicato alla nautica e a tutte le attività ad essa connesse nell’area compresa tra il Molo Pagliari e il Muggiano, dove sono presenti diverse eccellenze del settore, importanti enti di ricerca internazionali, come il CMRE della NATO e il CSSN della Marina Militare e un porto turistico, Porto Lotti, in grado di offrire ogni servizio necessario ai diportisti.