Condividi:


Signorini: "Nel recovery tanti progetti per i porti di Savona e Vado Ligure"

di Edoardo Cozza

Il presidente dell'AdSP Mar Ligure Occidentale: "Investimenti soprattutto per l'efficientamento energetico"

Il presidente della AdSP Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini ha fatto il punto sul futuro dei porti di Savona e Vado Ligure e ha spiegato cosa aspettarsi dal recovery plan: "L'autorità di sistema ha approvato alcuni documenti come quello di pianificazione strategica, che è la prima fase del nuovo piano regolatore degli scali di Genova e Savona, e quello di pianificazione energetica di tutto il sistema portuale. Queste attività sono confluite, e non lo avremmo immaginato, nelle richieste progettuali dei ministeri della transizione ecologica e delle infrastrutture e della mobilità sostenibile da finanziare con il recovery plan".

Signorini ha anche sottolineato: "Da questo punto di vista c'è stata una coincidenza fortunata: il lavoro dell'ultimo anno e mezzo ci ha consentito di candidare al finanziamento del Recovery diversi importanti investimenti, i più importanti sono di efficientamento energetico degli edifici, dell'illuminazione, dei mezzi di trasporto e degli impianti portuali, elettrificazione delle banchine e utilizzo del fotovoltaico dove possibile".