Condividi:


Signorini: "Porto di Genova, lavoriamo senza sosta per la pace culmv-terminalisti"

di Redazione

Il presidente dell'autorità portuale commenta l'incontro-confronto che si è tenuto martedì e sottolinea i tanti aspetti positivi

L'incontro tra culmv, terminalisti, istituzioni, sindacati ha segnato una fase di disgelo per quanto riguarda la situazione del porto di Genova. A tirare le fila di tutto è il presidente dell'AdSP Mar LIgure Occidentale Paolo Emilio Signorini: "È un incontro che avevamo già preventivato dallo scorso dicembre dello scorso anno: eravamo andati da Toti con Confindustria ed erano emerse le preoccupazioni, quello poi esplose negli ultimi tempi con la nota polemica, sulla concreta attuazione di alcune misure del piano". 

La situazione con l'andare del tempo si è un po' complicata: "Ma - spiega Signorini - il lavoro non si è mai interrotto e i tavoli che abbiamo coordinato sono andati avanti, soprattutto su un punto molto qualificante del piano, ovvero i contratti da chiudere con ogni terminal. Contratti che mettessere in chiaro i parametri di produttività, efficienza e le tariffe".

Ovviamente ci sarà ancora da lavorare: "Siamo in un periodo molto delicato con l'attenzione elevata da tutti i lati" ha proseguito Signorini, che ha sottolineato positivamente l'impegno anche del presidente della Regione Toti e del sindaco Bucci.