Sestri Levante, false fatture e 21 milioni di euro portati all'estero: 10 denunce

di Alessandro Bacci

La Guardia di Finanza ha scoperto una maxi evasione da 3 milioni di euro realizzata da un "finto" cittadino svizzero. Identificate 157 persone

Sestri Levante, false fatture e 21 milioni di euro portati all'estero: 10 denunce

La guardia di finanza di Riva Trigoso e del primo gruppo di Genova ha scoperto una maxi evasione di quasi tre milioni di euro realizzata da un 'finto' cittadino svizzero, residente a Sestri Levante, soprattutto attraverso fatture per operazioni inesistenti. I finanzieri hanno sequestrato anche tre immobili per un valore di 800 mila euro. Oltre a lui sono state denunciate altre nove persone. Le accuse, a vario titolo, sono dichiarazione fraudolenta mediante l'utilizzo di fatture false, occultamento e distruzione di documenti contabili, riciclaggio e truffa.

Secondo quanto scoperto gran parte dei soldi finiva in paradisi fiscali. Dall'indagine, è emerso come l'uomo aveva creato ad hoc numerose società sia nazionali che estere per evadere il fisco e ostacolare il tracciamento dei flussi di denaro che riceveva da clienti per portarli appunto all'estero. I finanzieri, esaminando la documentazione informatica trovata al finto residente elvetico, hanno identificato 157 persone domiciliate in varie regioni italiane (la cui posizione è ora al vaglio), che avrebbero effettuato - tramite un'abusiva attività finanziaria dello stesso e delle società e persone a lui collegate - ingenti esportazioni di capitali e di investimenti all'estero per un totale di circa 21 milioni di euro. I clienti, però, sono stati anche truffati visto che il principale indagato dopo i primi investimenti intascava in tutto o in parte il denaro che gli era stato affidato.