Condividi:


Scooterista morto in galleria, automobilista indagato per omicidio stradale

di Redazione

La vittima, Emanuele Bonzani, era figlio di un dirigente Ansaldo gambizzato dalle Br

E' indagato per omicidio stradale l'automobilista di 45 anni che ieri in una galleria del centro di Genova a bordo del suo suv ha travolto e ucciso uno scooterista  di 53 anni che procedeva nel senso opposto. 

L'uomo alla guida di un suv ed è risultato negativo all'alcol test ma la polizia locale gli ha sequestrato il cellulare per verificare se al momento dello schianto stesse telefonando o mandando dei messaggi.
 
Vittima dell'incidente è Emanuele Bonzani (nella foto), un fisioterapista di 53 anni che viveva nel centro di Genova con moglie, un'infermiera, ed era padre di due figli.  Il padre di Emanuele, Giuseppe Bonzani, dirigente Ansaldo, nel 1979 era stato gambizzato dalle Brigate Rosse. 

La dinamica del sinistro è al vaglio della sezione infortunistica della polizia locale.  Da una prima ricostruzione l'Honda SH del fisioterapista diretto verso piazza Palermo sarebbe stato centrato dall'autista del suv che avrebbe a sua volta perso il controllo del mezzo ed invaso la corsia opposta.

A prestare i soccorsi ai feriti sono stati i militi della Croce Bianca Genovese, partiti dalla sede situata a pochi metri di distanza, in piazza Palermo.

I militi hanno tentato di rianimare lo scooterista, ma non c'è stato niente da fare: all'ospedale San Martino l’uomo è giunto senza vita.