Condividi:


Scontro terminalisti e AdSP, Pastorino: "Pacta servanda sunt, i patti vanno rispettati"

di Alessandro Bacci

Il deputato si schiera a fianco dell'Autorità di Sistema Portuale e di Culmv contro la richiesta danni da 8 milioni presentata da alcuni terminalisti

"Con l'assemblea di Culmv del 21 gennaio scorso e con l'accordo siglato da tutte le parti sempre nel rispetto della legge i sacrifici di tutti sono arrivati a un punto di svolta dopo una trattativa complicata. Ora pacta servanda sunt, i patti vanno rispettati", dichiara il deputato ligure di LeU Luca Pastorino, segretario di presidenza alla Camera, in merito alla lettera che alcuni terminalisti avrebbero consegnato alla stampa e all'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale lamentando danni per 8 milioni di euro.

"Come mai solo ora, a distanza di un mese, emerge questo dissenso? Trovo inspiegabile mettere in discussione gli equilibri faticosamente trovati con accordi presi nel pieno rispetto della legge", continua Pastorino, da sempre schierato a fianco dell'Autorità di Sistema Portuale e di Culmv e che aveva presentato, a fine dicembre, un emendamento (approvato) alla legge di bilancio per sostenere il lavoro in porto fortemente ridotto non solo a Genova ma in tutta Italia. Conclude Pastorino: "Bene fanno Culmv e Adsp a mantenere il punto, tutto il resto è francamente inspiegabile".