Condividi:


Porto di Genova, la Culmv approva il piano di risanamento

di Marco Innocenti

Al termine di un'assemblea durata parecchie ore, i camalli votano l'ok al piano predisposto con la mediazione di Autorità portuale

Sono servite parecchie ore di discussione ma, alla fine, i camalli della Culmv del porto di Genova hanno votato (quasi) all'unanimità il via libera al piano di risanamento della compagnia, predisposto grazie anche alla mediazione del presidente dell'AdSP Paolo Emilio Signorini. "E' un risultato importante - ha commentato il console della Culmv, Antonio Benvenuti - che in un solo giorno condensa anni di lavoro ma che soprattutto guarda ai tanti anni che verranno in futuro. Abbiamo incontrato tante persone ed oggi in assemblea ce n'erano 400, mentre gli altri erano a lavorare. Non è un momento in cui ci possa essere dell'euforia, questo lo si capisce, perché le giornate di lavoro perse sono tante. Ci sono stati molti interventi, nei quali le persone ci hanno fatto le loro domande e noi abbiamo dovuto rispondere anche a critiche forti. C'è una situazione difficile ma alla fine ha prevalso il senso di appartenenza e la volontà di dare continuità a quanto fatto. Alla fine è arrivato un voto unanime ma questo non significa che sia stato facile".