Savona, spruzzano spray contro capotreno e passeggeri e fuggono

di Redazione

Folle raid di quattro ragazzi a bordo dell'Ic Milano-Ventimiglia: ferroviere e due viaggiatori in ospedale, altre due rifiutano il trasporto al pronto soccorso

Savona, spruzzano spray contro capotreno e passeggeri e fuggono

Folle aggressione di quattro giovani armati di spray urticante a bordo di un treno intercity che collega Milano a Ventimiglia: è successo intorno alle 23 di ieri, 3 settembre, mentre il convoglio stava effettuando una fermata nella stazione di Savona. L'allarme è scattato subito dopo la ripartenza del treno.

Alla stazione di Finale Ligure i passeggeri colpiti al volto dallo spray hanno richiesto l'intervento dei medici del 118 di Savona. In quattro sono stati visitati dai sanitari per bruciori agli occhi, ma solo due hanno poi accettato di essere trasferiti al pronto soccorso savonese per una visita.

Dalle prime scarne indicazioni i quattro balordi che hanno spruzzato lo spray sarebbero riusciti ad allontanarsi alla stazione di Savona.

Dopo il folle gesto a bordo del convoglio ci sarebbero stati momenti di panico, con un fuggi fuggi dei passeggeri.

Le indagini per ricostruire quanto accaduto sul treno sono state avviate dai poliziotti della Polfer di Savona e di Genova: primo passo il sequestro delle telecamere installate a bordo dell'intercity e nella stazione di Savona.

Pare che la tensione a bordo del treno sia salita quando il controllore ha chiesto il biglietto ai quattro ragazzi, intorno ai diciotto anni e forse di origini magrebine: da lì è nata una discussione e poi i balordi, forse per evitare di essere fermati e fuggire indisturbati, hanno spruzzato lo spray urticante contro il capotreno, investendo però anche alcuni passeggeri.

Fra le ipotesi anche quelle che i quattro possano essere rapinatori professionisti che girano l'Italia e la Rivera dei Fiori per mettere a segno rapine dopo avere ingenerato confusione spruzzando lo spray al peperoncino in locali chiusi. Tecniche di rapina ch, però,  hanno già provocato in passato tragedie a causa del panico ingenerato dalla sostanza.