Savona, operaio di 54 anni muore schiacciato nell'area della Tirreno Power

di Redazione

Era impegnato nella manutenzione a uno dei sistemi refrigeranti, inutili i soccorsi

Savona, operaio di 54 anni muore schiacciato nell'area della Tirreno Power

Un operaio di 54 anni di una ditta Cairo Montenotte è rimasto schiacciato da un peso mentre era impegnato in alcune lavorazioni per la ristrutturazione industriale dell'area Tirreno Power di Savona. L'uomo, insieme a colleghi che hanno poi lanciato l'allarme, stava effettuando la manutenzione a uno dei sistemi refrigeranti che non era in funzione, quando è stato colpito al torace. L'urto è stato violento e fatale. Sul posto, vigili del fuoco, carabinieri e gli ispettori del Lavoro.

La dinamica dell'incidente, si legge nella nota di Tirreno Power "non è ancora nota. Nuova Eis - specifica Tirreno Power -, l'azienda di cui faceva parte l'operaio deceduto, fa parte di un raggruppamento di imprese guidato dalla Simic, società che da molti anni ha in appalto la manutenzione di diversi impianti. Il lavoratore insieme a colleghi del raggruppamento stava svolgendo la manutenzione a uno dei sistemi refrigeranti che non era in funzione. Tutta l'azienda - conclude la nota - e i lavoratori si stringono intorno alla famiglia colpita dalla tragedia".

La Cisl Liguria esprime "sincero cordoglio alla famiglia e ai colleghi di lavoro" dell'operaio morto questo tardo pomeriggio nelle aree Tirreno Power di Vado Ligure mentre era impegnato ad eseguire opere di manutenzione ad un serbatoio. "In attesa che le autorità competenti ricostruiscano la dinamica dell'incidente e che vengano accertate eventuali responsabilità - scrive il segretario generale della Cisl Liguria Luca Maestripieri, riferendosi anche all'incidente in cui hanno perso la vita due operai a Roma -, non possiamo che rimarcare, ancora una volta, che la piaga degli incidenti sul lavoro era e resta l'emergenza numero uno, nei confronti della quale non si è fatto e non si sta facendo ancora abbastanza".