Savona, Il Comune stanzia 500.000 euro per chi è in ritardo con gli affitti causa Covid

di Redazione

Da lunedì 28 marzo il bando, che si chiuderà il 29 aprile. Sul sito del Comune si possono scaricare i modelli di domanda e il bando integrale

Savona, Il Comune stanzia 500.000 euro per chi è in ritardo con gli affitti causa Covid

Quasi 500 mila euro per aiutare chi è rimasto indietro con gli affitti a causa del covid.

Il Comune di Savona apre da lunedì 28 marzo il bando affitti 2022 che si chiuderà il 29 aprile. Sul sito www.comune.savona.it si possono scaricare i modelli di domanda e il bando integrale.

La Giunta comunale ha avviato le procedure per l'attribuzione dei contributi agli inquilini in difficoltà impegnando risorse per 496mila euro.

L'ammontare del contributo per i singoli cittadini varia a seconda della condizione economica del richiedente che va certificata attraverso l'Isee 2022 che non deve essere non superiore a 16.700 euro per il nucleo familiare oppure non deve essere superiore a 35mila euro se c'è stata una perdita del reddito Irpef superiore al 25% rispetto all'anno precedente, a causa dell'emergenza Covid.

Possono fare domanda i residenti nel comune di Savona che siano titolari di un contratto di locazione non superiore a 7.800 euro all'anno regolarmente registrato e che abbiano necessità di un aiuto economico per limitare il peso dell'affitto.

Il contributo teorico minimo ammissibile è pari a 400 euro, quello massimo a 2.400 euro. Per informazioni o chiarimenti sulle procedure, gli interessati possono rivolgersi al Servizio Promozione Sociale dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 esclusivamente via telefono al numero 019.83105500 o via mail a servizi.sociali@comune.savona.it.

In alternativa ci si può rivolgere ai Caf convenzionati con il Comune di Savona che possono anche dare un aiuto per la compilazione e il ritiro delle domande