Condividi:


Savona, carburante con acqua nel distributore: sequestrati 30 mila litri di benzina

di Alessandro Bacci

Una persona denunciata, maxi controlli della finanza: sequestrate anche 53 bombole di gpl e sanzionati altri 8 benzinai

Il carburante erogato da un distributore sulla strada provinciale a Cairo Montenotte (Savona) e' risultato contenere una rilevante percentuale di acqua e la guardia di finanza ha sequestrato le cisterne e le pompe di erogazione, per un totale di circa 23 mila litri di benzina e circa 6.300 litri di gasolio. Il titolare
dell'impianto e' stato segnalato all'Autorita' Giudiziaria per frode in commercio.

In altre operazioni sono poi state trovate a Celle Ligure delle bombole di Gpl stoccate senza nessuna accortezza per la sicurezza e l'incolumita' delle persone e delle abitazioni vicine. Il proprietario del sito era in possesso del previsto certificato di prevenzione incendi, ma per un quantitativo notevolmente inferiore rispetto a quello realmente detenuto. I Finanzieri hanno quindi proceduto al sequestro di 53 bombole contenenti circa 750 kg di Gpl in eccedenza rispetto alla capienza prevista dall'autorizzazione ed alla denuncia del proprietario dell'area all'Autorita' Giudiziaria per omessa denuncia di materiale esplodente.

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Savona e la Compagnia di Albenga hanno scoperto poi nei comuni di Albenga, Cisano sul Neva, Borghetto S. Spirito, Cairo Montenotte e Carcare, 8 depositi privati di carburante sprovvisti delle autorizzazioni comunali per l'erogazione, di cui tre privi anche del certificato di prevenzione incendi, procedendo al sequestro di oltre 22 mila litri di gasolio. Denunciati 6 soggetti e sequestrati oltre 52 mila litri di prodotti energetici e sanzionati amministrativamente 10 itolari/amministratori delle aziende che presentavano irregolarita'.