Savona, arrestato latitante sardo: era fuggito due anni fa dai domiciliari

di Edoardo Cozza

L'uomo è stato tradito da un plico con documenti falsi: c'erano diverse foto, ma tutte riferite a una stessa persona. In manette anche la donna che lo ospitava

Savona, arrestato latitante sardo: era fuggito due anni fa dai domiciliari

Latitante da due anni, è stato tradito dal plico che conteneva documenti falsi che si è aperto accidentalmente in un punto di smistamento postale. Il plico conteneva documenti con foto diverse ma destinati allo stesso nominativo. I documenti dovevano servire per espatriare. Da questo episodio è partita l'indagine degli agenti della Squadra mobile di Savona che ha portato all'arresto di un uomo di 37 anni originario di un piccolo Comune in provincia di Nuoro.

L'uomo era evaso dagli arresti domiciliari al momento in cui la sentenza con cui era stato condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione per detenzione di armi e materiale esplodente era divenuta definitiva. Fuggito dalla Sardegna aveva trovato rifugio in un centro dell'entroterra Savonese a casa di una compaesana di 27 anni con la quale aveva avuto una relazione in anni passati e con la quale aveva riallacciato rapporti. Anche lei è stata arrestata con l'accusa di favoreggiamento. La sua casa è stata perquisita: sequestrati 1600 euro e beni di lusso (abbigliamento firmato), carte di credito intestate a terzi e due computer. L'indagine è ancora in corso.