Savona, 56enne forza un posto di blocco: Polizia causa una coda di tir per arrestarlo

di Marco Innocenti

L'inseguimento è cominciato all'uscita di Ventimiglia della A10, per concludersi a Finale Ligure, dopo 40 chilometri di sorpassi a folle velocità

Savona, 56enne forza un posto di blocco: Polizia causa una coda di tir per arrestarlo

Un uomo di 56 anni, originario di Lecco e residente a Genova ha forzato un posto di blocco alla barriera dell'A10, a Ventimiglia, dandosi alla fuga su una Mercedes. L'uomo è stato arrestato dalla polizia dopo un inseguimento terminato a Finale Ligure. Per bloccarlo, la Polstrada ha 'organizzato' una coda di tir usando una delle loro macchine come 'safety car'. La Mercedes, con targa francese, è stata vista arrivare a velocità sostenuta verso l'Italia. L'automobilista ha supera il casello francese e un agente lo ha fermato per il controllo. L'uomo ha finto di accostare poi ha accelerato 'puntando' il poliziotto che si è salvato saltando e appoggiandosi con le mani sul cofano.

L'auto è entrata in A10 e è iniziato l'inseguimento a folle velocità, con sorpassi a zig zag, anche contromano. La Polstrada lo ha intercettato dopo oltre 40 chilometri: il centro Operativo autostradale di Genova ha disposto che una macchina della polizia 'rallentasse' i tir in modo da intrappolare la Mercedes che è stata bloccata vicino a Finale Ligure. Il conducente, con precedenti per bancarotta, insolvenza e truffa, è stato portato negli uffici della polizia di frontiera di Ventimiglia. Inoltre, era privo di patente, revocata dalla Prefettura di Genova nel settembre 2019, mentre l'auto era intestata a una società di Mentone di cui l'uomo ha detto di essere il direttore generale.