Condividi:


Saverio Cecchi è stato eletto nuovo presidente di Ucina

di Redazione

Succede a Carla Demaria che lascia dopo 4 anni la guida della Confindustria Nautica

E' Saverio Cecchi il nuovo presidente di Ucina, la Confindustria della Nautica. L'ha deciso l'assemblea a porte chiuse tenutasi a Santa Margherita Ligure con un voto che ha visto convergere sul suo nome il 99% dei consensi. Toscano, nato a Limite sull'Arno vicino Firenze 69 anni fa, Cecchi è membro del  Cda di GP Yachts srl e succede così a Carla Demaria, giunta alla naturale scadenza del mandato dopo 4 anni alla guida dell'Associazione. Ad accompagnare Cecchi in questo nuovo viaggio, l'assemblea di Ucina ha nominato i vicepresidenti Maurizio Balducci, Piero Formenti, Alessandro Gianneschi, Andrea Razeto.

"Sono in associazione da trent'anni e metterò a disposizione di tutti la mia esperienza e il mio spirito di servizio - dichiara il neo eletto presidente di Ucina - Con la mia squadra perseguirò i seguenti obiettivi: l'attuazione del Codice della Nautica, l'adozione da parte dell'Italia del Passenger Code per i superyacht, la promozione della piccola nautica, anche attraverso progetti specifici per la Giornata del Mare dell'11 aprile, la formazione, l'ampliamento delle attività di supporto all'internazionalizzazione, il sostegno alle imprese, la promozione del Made in Italy e della nautica a Expo Dubai 2020, lo sviluppo del leasing nautico. Senza dimenticare che nel mio programma mi sono impegnato per la riunificazione dell'associazione, cosa nella quale credo fortemente perché l'unione fa la forza".

Esprime soddisfazione anche la presidente uscente Carla Demaria: "Si conclude un periodo certamente molto più impegnativo di quanto avessi immaginato  - commenta - ma che mi ha dato molte soddisfazioni. Il bilancio è positivo".