Sansa attacca: "Lo spot della Canalis a Sanremo è costato più di 240 mila euro"

di Redazione

Interrogazione del leader dell'opposizione in Consiglio Regionale sul compenso della soubrette e sugli alti costi di produzione. Critiche al ruolo di Pietro Pisano

Sansa attacca: "Lo spot della Canalis a Sanremo è costato più di 240 mila euro"

 "I due spot promozionali della Regione Liguria realizzati in occasione del Festival di Sanremo con protagonista Elisabetta Canalis sono costati oltre 240 mila euro: 4 mila euro al secondo per vedere una soubrette sarda che parla di Liguria dalla sua casa di Los Angeles".

Lo spiega il capogruppo della Lista Sansa in Consiglio regionale Ferruccio Sansa presentando un'interrogazione sul tema. Il primo spot è andato in onda durante l'ultima edizione del Festival di Sanremo.

"Centoventimila euro sono andati per il compenso della Canalis, 70 mila euro per la produzione dello spot e 55 mila euro per la ricerca del personaggio di pubblico rilievo. In totale fanno 245 mila euro per 60 secondi di spot", dice Sansa.

"Per realizzare i video è stato scelto come consulente progettuale Pietro Pisano, addetto stampa dell'ospedale pubblico San Martino di Genova e del gruppo Montallegro, re della sanità privata ligure e finanziatore della campagna elettorale di Toti. Nessuno pare si sia mai posto la questione di opportunità. In base a quali criteri l'addetto stampa del nostro maggiore ospedale è stato scelto come consulente per realizzare il video della Canalis? Quanto è stato pagato?", si chiede Sansa.