Sampierdarena, pregiudicato cade dal secondo piano e muore, si pensa ad un omicidio

di Redazione

Giallo in via Spataro: la vittima aveva una ferita d'arma da taglio sull'addome. Indaga la Squadra Mobile della polizia

Sampierdarena, pregiudicato cade dal secondo piano e muore, si pensa ad un omicidio

Il sabato mattina di Sampierdarena si tinge di giallo: in via Spataro è stato ritrovato il corpo di Giovanni Franco Rapuzzi, un 74enne con precedenti penali. L'uomo sarebbe caduto dal secondo piano di un palazzo che affaccia sulla via, e  sul cadavere è stata trovata anche una ferita da taglio all'addome.

L'allarme è scattato intorno alle sei e mezza di mattina, quando un passante ha avvertito la polizia. Sul posto è arrivata la Squadra mobile, che sospetta si sia trattato di omicidio. 

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, in questo periodo la vittima era ospite di un amico,  conosciuto durante un soggiorno nel carcere genovese di Marassi. Oltre ai due, nell'appartemento vivevano altre due cittadini marocchini, irregolari sul territorio italiano. I tre coinquilini della vittima sono stati portati in Questura per essere interrogati, mentre la polizia scientifica si è occupata dei rilievi nei luoghi dove si è consumata la tragedia. 

Rapuzzi era ai domiciliari da marzo ed era in attesa di essere processato con giudizio abbreviato per  maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale. Gli investigatori della Mobile, coordinati dal pubblico ministero Patrizia Petruzziello, stanno cercando di ricostruire quanto successo: la vittima potrebbe essere stata colpita durante una lite con i tre coinquilini ed essere caduto dalla finestra nel tentativo di fuggire, oppure potrebbe essere stato accoltellato e gettato di sotto. Gli inquirenti non escludono nemmeno l'ipotesi di un suicidio.