Condividi:


Sampdoria-Spal, Ranieri: "Questa partita è più difficile di quella con il Lecce"

di Alessandro Bacci

Il tecnico: "Bisognerà essere capaci di portarla in porto, Quagliarella in panchina, Linetty è recuperato"

L'allenatore della Sampdoria Claudio Ranieri ha parlato ai media ufficiali del club blucerchiato alla vigilia dello scontro salvezza contro la Spal. La vittoria ottenuta contro il Lecce ha portato una boccata d'ossigeno alla Samp, ma il tecnico guarda già alla prossima sfida. La Spal è un avversario da non sottovalutare: "La vittoria contro il Lecce è stata importante perché ci ha dato fiducia e tre punti. Io però ho detto ai ragazzi che questa partita sarà più difficile di quella di Lecce perché la SPAL è una squadra che ci sta provando con molta leggerezza e determinazione. Ho visto le loro gare contro Napoli e Milan e i rossoneri sono riusciti a pareggiare in maniera incredibile al 94esimo. Sarà una partita veramente dura, ma bisognerà essere capaci di portarla in porto. La SPAL con Di Biagio sta giocando col 4-4-2, è una squadra molto compatta che ti pressa e riparte velocemente. E' una partita che va letta bene e interpretata bene, consapevoli delle difficoltà che troveremo".

Il tecnico ha fatto il punto sugli infortunati: "Quagliarella in panchina, Linetty è recuperato al 100%. Quagliarella ha ripreso gli allenamenti con noi, anche se non in maniera totale. Aspetto l'allenamento di domani ma credo che il dottore lo lascerà venire in panchina".

Infine un elogio alla mentalità della squadra: "La mentalità della squadra mi soddisfa. A Lecce siamo stati pratici e in questo momento è fondamentale esserlo. Solidi, senza troppi fronzoli: è così che si fanno punti. La mentalità della squadra in questo momento mi soddisfa: la Sampdoria negli ultimi anni non è mai stata abituata a lottare per non retrocedere, mentre squadre come Lecce o SPAL sono più abituate. Vedere la squadra acquisire questa mentalità e determinazione mi fa ben sperare, ma bisognerà essere sempre vigili e volitivi. Sono fiducioso, i ragazzi stanno correndo molto ed è segno che hanno lavorato benissimo".