Condividi:


Sampdoria, Garrone: "Futuro? Non so nulla ma il club è appetibile"

di Redazione

L'ex presidente: "La gestione Ferrero è positiva sotto tutti gli aspetti"

Il futuro della Sampdoria continua a far discutere. La trattativa con il fondo York Capital non ha subito accellerate negli ultimi giorni. In un'intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, Edoardo Garrone ha parlato della presunta trattativa in cui sarebbe addirittura coinvolto: "Non so nulla e aggiungo che non sono un facilitatore. Ripeto: è un’ipotesi totalmente inventata, c’è gente che ha tanta fantasia".

Edoardo Garrone ha parlato della situazione del calcio di oggi e le sue sensazioni sulla presunta trattativa: "È sicuro che io non so nulla e secondo me la cordata non esiste, in ogni caso io non c’entro e non intendo farlo in futuro. Il capitolo Sampdoria per la nostra famiglia si è chiuso cinque anni fa e in questo periodo il mondo del calcio è radicalmente cambiato: il Milan è passato da Berlusconi ai cinesi e ora alla finanza internazionale, l’Inter stessa storia, la Roma ha azionisti di tipo finanziario, sul calcio italiano c’è una nuova attenzione".

Quale potrebbe essere il futuro migliore per la Sampdoria? "È una società sana, non entro nel merito di certi atteggiamenti di Massimo Ferrero che hanno fatto arrabbiare i tifosi, ma la sua gestione è stata ed è positiva sotto tutti gli aspetti, perciò dico di stare attenti ai facili entusiasmi. Non necessariamente gli investitori finanziari sono meglio di un proprietario che arriva dal mondo dell’impresa o delle professioni".