Condividi:


Sampdoria, Garrone: "Futuro? I sogni sono l'essenza del calcio"

di Redazione

L'ex presidente a Telenord: "Sono sampdoriano, questo non cambierà mai"

I tifosi blucecrhiati hanno reso onore al vecchio idolo Francesco Flachi sul campo della Sciorba. Presente, tra gli altri, anche l'ex presidente Edoardo Garrone rimasto affascinato dall'atmosfera: "Io sono sampdoriano da quando ho 4 anni e questo non cambierà mai, oggi farò il tifoso"

Cosa si prosetta per il futuro della Samp? "Mi auguro che sia un futuro come minimo tranquillo - commenta a Telenord - poi il calcio in Italia deve cambiare, ammodernarsi come in altri paesi come Inghilterra e Germania. In questi anni a livello di strategia del calcio si è fatto ancora troppo poco e lo si vede dai risultati, perchè le finaliste della Champions sono inglesi? Il loro sistema è molto più avanti rispetto al nostro, mi augurio che il futuro in Italia si avvicini al modello inglese."

In futuro si potrà pensare a qualcosa in più della 'tranquillità' per la Samp? "I sogni sono l'essenza del calcio, si comincia a sognare quando finito il campionato e durante l'estate si vedono i nuovi acquisti e si immagina di avere una squadra competitiva per l'anno prossimo. Poi la palla è rotonda e possono esserci campionati di sofferenza e campionati di soddisfazione. La Sampdoria nel panorama italiano è una squadra media, non di certo una grande. Se arrivi davanti alle medie hai fatto un grande campionato, se sbagli rischi la retrocessione. Il meccanismo dei tre punti dice questo."