Condividi:


Sampdoria: Di Francesco al capolinea, per la panchina testa a testa Pioli-Iachini

di Maria Grazia Barile

Fatale il ko di Verona

Si è preso qualche ora di tempo per decidere il presidente Ferrero ma il destino di Di Francesco appare segnato. L'allenatore è giunto al capolinea dopo la sesta sconfitta in sette giornate. La più brutta di tutte. Il tecnico, dopo il ko  di Verona, non ha rilasciato dichiarazioni disertando la conferenza stampa. Un altro segnale di come stiano andando le cose. Ha parlato invece Ferrero: "Mai avrei pensato di trovarmi in questa situazione ma il campionato è ancora lungo, a caldo si possono dire cose sbagliate. Ovviamente non siamo felici, adesso dobbiamo esaminare la situazione e trovare la migliore soluzione".

Il presidente ha aggiunto: "Tutti siamo in discussione, abbiamo visto questa partita, siamo stati poco incisivi. Adesso a bocce ferme esamineremo  quello che è accaduto al fine di trovare la miglior soluzione per il bene della Sampdoria. Di Francesco è un grand’uomo, una persona per bene: non so se rimarrà o meno ma alla fine del campionato mancano 31 partite e quel che mi interessa è il bene della Sampdoria".

Ora si attende solo l'ufficialità di un esonero che pare già scritto, e non da oggi. Dopo la sconfitta casalinga con l'Inter a Di Francesco era stata concessa una fiducia a tempo, legata al risultato ma soprattutto alla prestazione di Verona. Negativi entrambi.  I nomi più accreditati per la panchina blucerchiata sono Pioli e Iachini che alla Sampdoria è già stato ed è molto amato dai tifosi per la promozione in Serie A del 2012. Questione di ore e sapremo.

Condividi: