Condividi:


Salone Nautico, più di 71mila visitatori nonostante Covid 19 e maltempo

di Redazione

Tra misure di sicurezza e ingressi contingentati, l'edizione 2020 si chiude con numeri incoraggianti: "Vendute più barche che nel 2019"

"Ringrazio gli "ultras" della nautica che nonostante tutto non hanno perso occasione di venire a Genova per visitare il Salone". Una battuta, quella del presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi, che racchiude tutta la soddisfazione per la buona riuscita della 60esima edizione del Salone Nautico di Genova. "Non abbiamo ancora i dati definitivi, ma gli 824 espositori sono contenti. Pare che quest'anno si siano vendute più barche che nel 2019, perché chi è venuto era determinato ad acquistare", spiega Cecchi a margine della conferenza stampa conclusiva del Salone. 

Con quasi 71mila visitatori, per un massimo di 12mila ingressi quotidiani, la 60sima edizione non ha raggiunto i numeri del 2019, ma secondo il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti è stata comunque un successo: organizzare un evento del genere in era Covid 19 non era scontato.  "È stato un salone del coraggio, dell'intraprendenza, della volontà di non farsi sopraffare dalla paura e anche della capacità organizzativa, visto che è andato tutto assolutamente bene nonostante il covid e nonostante un'allerta meteo". 

Unico tra i grandi expo della nautica mondiale ad essersi tenuto nonostante la pandemia, nei piani dell'amministrazione genovese c'è l'idea di renderlo la kermesse più importante del Mediterraneo. "Il Salone Nautico si conferma un appuntamento di enorme importanza, e puntiamo a renderlo ancora più grande", spiega il sindaco di Genova Marco Bucci. "Grazie ai lavori di restyling del Waterfront, entro il 2022 avremo altri 200mila metri quadrati di esposizione in più".