Sabatini: "Non vado al Genoa perchè non c'è identità di vedute nella gestione del club"

di Alessandro Gardella

Parla l'ex direttore sportivo di Roma e Bologna, avvicinato nelle scorse settimane al club rossoblù. Intanto spunta il nome di Johannes Spors, attuale ds del Vitesse

Sabatini: "Non vado al Genoa perchè non c'è identità di vedute nella gestione del club"

Nella rivoluzione societaria attuata dalla holding 777 Partners nelle ultime settimane, continua la caccia al nuovo direttore sportivo del Genoa. Da questa corsa si autoesclude però Walter Sabatini, che nelle scorse settimane sembrava vicinissimo al club rossoblù. Ai microfoni di Radio Radio, l'ex direttore sportivo (tra le altre) di Roma e Bologna ha parlato così: "Non vado al Genoa perché non c’è identità di vedute nella gestione del club, quindi è una cosa che non posso e non voglio fare".

Escluso dunque Sabatini, l'ultimo nome emerso in queste ore è quello di Johannes Spors, attuale direttore sportivo del Vitesse. Secondo quanto riportato da Sky Sport, l'ex braccio destro di Ralf Rangnick ai tempi del Lipsia sarebbe il prescelto della proprietà americana. Tedesco, classe 1982, Spors è attualmente il più giovane direttore sportivo del campionato olandese e in passato ha effettuato colpi importanti come Werner e Upamecano, portati al Lipsia durante il suo periodo al fianco di Rangnick.