La mia Liguria: il nuovo sponsor sulle maglie di Genoa, Sampdoria e Spezia

di Alessandro Gardella

Presentate le nuove maglie delle tre squadre, dopo la partnership siglata con Regione Liguria: presenti i presidenti di Genoa e Spezia e il direttore operativo blucerchiato Bosco

Nel corso del pomeriggio di martedì si è tenuta presso il Palazzo della Borsa in Via XX Settembre, la conferenza stampa di presentazione delle nuove maglie di Genoa, Sampdoria e Spezia. Le tre formazioni liguri hanno infatti siglato una nuova partnership con Regione Liguria, che ha portato alle nuove divise sulle quali ci sarà lo sponsor "La mia Liguria".

Presenti alla cerimonia il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, i sindaci di La Spezia e Genova, Peracchini e Bucci, i presidenti di Genoa e Spezia, Zangrillo e Platek, il direttore operativo blucerchiato Bosco, oltre ai capitani delle tre formazioni.

Queste le principali dichiarazioni dei presenti alla conferenza stampa.

Toti: "Non è stata una "passeggiata di salute" approvare questo provvedimento. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questa giornata. Buona l’occasione per dare il bentornato a Zangrillo che rappresenta la nuova proprietà del Genoa. Credo che sia un momento per stare vicino alla Sampdoria, che vive un momento di difficoltà ma che si saprà rialzare con la tenacia e la grinta di tutte le squadre della Liguria. L’idea parte dalla consapevolezza che la promozione del territorio, da tutti i punti di vista, è una ricchezza che deve essere espressa. Le campagne promozionali fatte hanno portato molto in Liguria, quindi perché non utilizzare al meglio l’opportunità che ci dà essere una piccola Regione ma con tre squadre in Serie A. Noi come la Lombardia, non è una cosa da poco. Tre squadre che i tifosi liguri hanno nel cuore ma che sono anche un pezzo della storia del calcio italiano. Sono trasmesse anche all’estero e quindi ci è parso, in questo momento di ripresa del paese, utilizzare l’occasione che ci danno queste squadre. Ringrazio tutti i singoli giocatori che porteranno con orgoglio la maglia sia in Italia che all’estero. È una straordinaria operazione di marketing che può aiutare tante persone. Tra tre giorni si parte con il Derby, poi per tutto il resto del campionato speriamo di vederne i risultati sul tessuto economico".

Zangrillo: "Sono particolarmente grato a chi ci ospita, il dottor Odone e all’amico Toti. Un grazie anche ai miei colleghi di Serie A. È giusto pensare a tutte le identità sportive e in altre categorie che sono estremamente attive in una Regione dinamica che promuove se stessa. Credo di dover interpretare nel modo più logico e lineare: io sono qui per ricevere un dono. Mi è venuta in mente la parabola del Vangelo secondo Matteo, la parabola dei talenti. Quando si riceve un dono bisogna farlo fruttare. Dobbiamo fare da booster della nostra straordinaria Regione e consentire un pensiero alle altre situazioni che come società calcistica prendono l’impegno di fare qualcosa nel social, in tutte le iniziative per promuovere i liguri. È una regione straordinaria che si è un po’ addormentata. La prima cosa importante non solo dal punto di vista del calcio, ma anche nell’impegno di un importante società, il nostro compito è promuovere in modo moderno e originale quello che è necessario per far partire un sogno".

Bosco: "Mi unisco al dottor Zangrillo ai ringraziamenti alle istituzioni. Io sono genovese, nato e cresciuto qui ed è un orgoglio portare la mia terra sulla maglia del mio cuore. Ringrazio le istituzioni di aver pensato al calcio. Per quanto riguarda la Sampdoria la nostra connessione con il territorio è stata molto forte nello sviluppi strategico. Abbiamo investito molto a Bogliasco nelle infrastrutture. I ragazzi vivono a Casa Samp perché vogliamo che vivano il Comune di Bogliasco per far crescere gli atleti. Abbiamo inaugurato SampCity che è a pochi metri da qui. Crediamo che l’associazione tra il marchio Sampdoria e Genova sia importante. Vogliamo che la Sampdoria sia associata a Piazza De Ferrari. Il club ci crede molto e aver coronato questo percorso con il brand Liguria sulla maglia è molto importante. È un impegno che ci dovrà vedere ancora più attivi".

Platek: "A nome della famiglia Platek e Spezia Calcio, ringrazio il presidente Toti e la Regione Liguria per questo accordo che mi riempie di grande orgoglio. La promozione del territorio è un punto chiave della nostra società. Lo Spezia Calcio non vuole promuovere solo lo sport ma promuovere anche il territorio ed esserne ambasciatori. Come sapete gli Americani sono amanti della Liguria, ho convinto tanti dei miei conterranei solo facendogli vedere le fotografie che ho fatto nei miei viaggi per la Liguria".