Condividi:


Rumore notturno nel Vte di Pra', Maresca: "Passerò alcune notti in loco per capire meglio"

di Pietro Roth

Il consigliere delegato al porto: "Servirà per accelerare una soluzione pratica e veloce"

Francesco Maresca, consigliere delegato al Porto,  vuole approfondire la situazione di cui lamentano i cittadini di Prà e Palmaro: “Sia con la mia Associazione Liguria si Muove, sia per il ruolo politico, credo sia fondamentale il rapporto diretto con i concittadini. La politica deve lasciarsi coinvolgere senza rimanere, come sempre in passato, avulsa dalla realtà circostante ”. Già nel corso del 2018, Maresca aveva accettato di buon grado l’incontro propostogli dal Comitato di Prà e Palmaro. Recatosi sul posto aveva ascoltato e preso atto delle lamentele riguardanti i rumori notturni generati dal lavoro svolto in porto: oltre ai cicalini, lo spostamento dei containers, in particolare, sembrerebbe impedire il riposo degli abitanti: “Anche l’inquinamento acustico, soprattutto in situazioni che ostacolino il benessere delle persone, è un problema da affrontare per trovare soluzioni concrete ed immediate”.

Così, a seguito di una riunione tenutasi con il Sindaco ed i rappresentanti del suddetto Comitato, Maresca ha deciso: “Questa mattina ho proposto di trascorrere una o più notti nella zona circostante il porto per poter testimoniare direttamente la situazione ed accelerare una risoluzione pratica e veloce”. Si aspetta dunque il Comitato decida in merito, ma il Consigliere Delegato ha comunque deciso, indipendentemente dalla risposta, di testare la situazione in prima persona.

Condividi: