Ricci dalla Nazionale a svincolato, il centrocampista ex Spezia cerca squadra

di Alessandro Bacci

La parabola discendente del giocatore: "Ho dato sempre il massimo, non me l'aspettavo. Sono consapevole di poter essere utile a tante squadre"

Ricci dalla Nazionale a svincolato, il centrocampista ex Spezia cerca squadra

La parabola discendenti di Matteo Ricci è quantomeno curiosa. Il centrocampista si è messo in luce con la maglia dello Spezia conquistando anche la convocazione in Nazionale. Il giocatore, però, dopo essersi svincolato dal club ligure ancora oggi è senza squadra: "Avevo capito che la situazione per il rinnovo con lo Spezia si stava ingarbugliando a gennaio. Con la vecchia società, comunque, avremmo trovato un accordo. Dopo la cessione del club, invece, ho capito che la mia esperienza allo Spezia si sarebbe conclusa alla fine della scorsa stagione - afferma Ricci in un' intervista concessa alla Gazzetta dello Sport - Ho vissuto male questa situazione perché per lo Spezia ho dato il massimo, non me l’aspettavo. Ma sono orgoglioso di non aver tirato indietro la gamba neanche una volta e di non essermi mai tirato fuori."

"Non so perché sia successo tutto questo io mi sono sudato la Serie A, ho fatto tanti sacrifici per raggiungerla e sono contento del mio primo anno su quel palcoscenico - prosegue il giocatore - Ho vinto la C con il Pisa di Gattuso, con cui mi sono trovato benissimo; ho vinto anche la B con lo Spezia e poi ho conquistato una salvezza che ha un valore enorme. Io sono un giocatore che si prende le sue responsabilità: in campo amo stare nel vivo della manovra, tocco la palla tante volte, mi faccio vedere dai compagni. Insomma, non voglio fare una specie di promozione di me stesso, però le mie qualità si vedono e sono consapevole di poter essere utile a tante squadre. Sono anche nell’età giusta: un centrocampista dà il meglio tra i 27 e i 32 anni".