Condividi:


Revocare le concessioni ad Autostrade: bocciata la proposta delle opposizioni

di Marco Innocenti

Battelli (M5S): "Una mossa vergognosa della maggioranza"

Un ordine del giorno "fuori sacco", cioé non previsto dalla scaletta, è stato presentato dalle opposizioni in consiglio comunale per impegnare sindaco e giunta ad attivarsi presso il governo per chiedere la revoca delle concessioni ad Autostrade. La proposta, però, è stata respinta, con i 21 voti contrari di Lega, Fratelli d'Italia, Vince Genova, Forza Italia e Direzione Italia, e i 13 favorevoli delle opposizioni Pd, Italia Viva, M5s, Chiamami Genova e Lista Crivello.

"Complimenti al Consiglio comunale di Genova - ha commentato Sergio Battelli, presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera - che, a dispetto delle inchieste, dei report e delle relazioni della Corte dei Conti continua a difendere Aspi mettendosi di traverso alla revoca delle concessioni. L'ordine del giorno presentato in maniera compatta da M5S, Pd, Italia Viva, Chiamami Genova e Lista Crivello, con cui si chiedeva a sindaco e giunta di farsi promotori presso il governo per la revoca delle concessioni ad Autostrade, è stato infatti spazzato via dal voto contrario di Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Vince Genova e Direzione Italia".

"Continuare a difendere il concessionario contro l'evidenza - prosegue Battelli - è davvero un insulto alla memoria di chi non c'è più. Una mossa davvero vergognosa da parte di chi si riempie la bocca nelle commemorazioni ma poi, di fatto, si oppone a un doveroso cambio di passo nella gestione delle nostre strade a difesa dei nostri cittadini".