Regione Liguria stanzia 34 milioni per la messa in sicurezza del trenino di Casella

di Alessandro Bacci

Toti: "Un treno entrato nel cuore dei genovesi, una linea piena di storia e fascino che viene utilizzata sia dai pendolari sia dai turisti"

Regione Liguria stanzia 34 milioni per la messa in sicurezza del trenino di Casella

È stata approvata dalla Giunta, su proposta del presidente della Regione Giovanni Toti e dell'assessore ai Trasporti e al Turismo Gianni Berrino, la delibera per lo stanziamento di 34 milioni per la messa in sicurezza della Ferrovia Genova Casella. La convenzione stipulata fra Regione Liguria, Amt e Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili rientra nel riparto del fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, destinato a interventi per la messa in sicurezza delle ferrovie non interconnesse alla rete nazionale.

"Quella del trenino di Casella è una linea piena di storia e fascino, che viene utilizzata sia dai pendolari sia dai turisti in visita a Genova e in Liguria - ha commentato Toti - e intendiamo salvaguardarla e valorizzarla. Un treno che ormai è entrato nel cuore dei genovesi e che rappresenta un mezzo di trasporto in grado anche di valorizzare la vocazione turistica del nostro entroterra".

Le risorse saranno destinate per interventi di messa in sicurezza per dissesto idrogeologico (10 milioni), interventi sulle infrastrutture della linea (20 milioni), per il sistema di monitoraggio rischio frane ed esondazioni (300 mila), per interventi di miglioramento della linea (2 milioni), per il sistema di videosorveglianza della linea (200 mila), per il sistema di videosorveglianza a bordo (100 mila) e infine per il revamping delle carrozze e dei carri (1,4 milioni).

"Questi 34 milioni - ha dichiarato l'assessore Berrino - si vanno ad aggiungere ai 9,6 stanziati dalla Regione lo scorso novembre e serviranno per rendere il trenino ancora più bello. La Regione, e io personalmente, crediamo tantissimo nel trenino di Casella perché è un'infrastruttura unica in Liguria e per la duplice valenza che rappresenta: mezzo di trasporto fondamentale per gli abitanti della vallata e grande attrattiva turistica".