Condividi:


La Regione Liguria conferma il contributo per gli sportivi paralimpici

di Redazione

Stanziati 40mila euro, 10mila in più rispetto allo scorso anno

Via libera al contributo destinato agli atleti paralimpici per l'acquisto di ausili sportivi. Lo ha deciso la giunta regionale ligure che, per il secondo anno consecutivo, ha accolto la proposta della vicepresidente e assessore alla Sanità e Politiche sociali Sonia Viale. Quest'anno le risorse disponibili ammontano a 40mila euro, 10mila euro in più rispetto al 2018.

"La Liguria è stata la prima Regione in Italia a stanziare un contributo di questo tipo - sottolinea l'assessore Viale - destinato a persone con disabilità, prevalentemente motoria, iscritte a società sportive riconosciute dal Comitato italiano paralimpico. L'attività sportiva è uno straordinario strumento di inclusione sociale, di promozione della salute e di prevenzione. Questi ragazzi sono fonte di ispirazione - prosegue Viale - e costituiscono uno sprone per tanti altri giovani che si trovano ad affrontare la disabilità, anche a seguito di un trauma o di un incidente stradale".

"L'attenzione ai disabili è una priorità di questa giunta - aggiunge l'assessore allo Sport Ilaria Cavo - Basti pensare, solo per citare alcuni esempi legati al mondo dello sport, al sostegno ai Giochi paralimpici giovanili a Genova nel 2017, ai Campionati europei di judo per atleti non vedenti di quest'anno, al Campionato del mondo di vela classe 2.4 che si disputerà dal 12 ottobre con la partecipazione di tanti atleti paralimpici".

Ad oggi gli atleti tesserati di società paralimpiche riconosciute Cip sono circa 50 in Liguria, dieci in più del 2018.