Ragazzo colpito da un cassonetto a Bergeggi: "Condizioni restano gravi"

di Redazione

I Carabinieri intanto continuano le indagini per risalire agli autori del lancio

Ragazzo colpito da un cassonetto a Bergeggi: "Condizioni restano gravi"

Restano gravi le condizioni del bambino francese di 12 anni in vacanza in Liguria con la famiglia che l'altra notte è stato colpito da un bidone dell'immondizia lanciato da venti metri di altezza sulla spiaggia di Bergeggi, dove il bimbo e la sua famiglia stavano dormendo in una tenda. La direzione sanitaria dell'Istituto Gaslini, dove il ragazzo è ricoverato, ha diffuso un bollettino di aggiornamento sulle condizioni del paziente in cura per un grave trauma cervico facciale.

"La prognosi resta riservata - scrive l'ospedale - e il paziente è in osservazione in terapia intensiva pediatrica per la valutazione dell'evoluzione dello stato di coscienza e del possibile danno neurologico conseguente al trauma. Il decorso clinico non presenta problemi cardio-respiratori, tanto che nella notte è stato autonomizzato dalla ventilazione meccanica". Proseguono intanto le indagini dei carabinieri di Noli e di Savona per cercare di risalire agli autori del lancio del cassonetto.