Protesta contro il biodigestore a Saliceti, Toti: "Disgusto per chi cavalca paure irrazionali"

di Redazione

Il governatore: "Porteremo la Liguria nell'era moderna, Paita e il M5S si rassegnino"

Protesta contro il biodigestore a Saliceti, Toti: "Disgusto per chi cavalca paure irrazionali"

"Grande rispetto per chi scende in piazza, i cittadini vanno sempre ascoltati. Francamente un po’ di disgusto per quei politici che cavalcano preoccupazioni e paure irrazionali, mistificando tutto e imbrogliando tutti per mero interesse di poltrona (perduta e rimpianta)": così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti commenta la manifestazione di ieri contro il biodigestore a Saliceti.


"Vedere sfilare in piazza politici come Lella Paita che hanno lasciato la Liguria all’anno zero per decenni, con una raccolta differenziata dei rifiuti inesistente (sotto il 30% mentre oggi siamo già oltre il 50%), senza depuratori, con discariche bomba, è qualcosa di disgustoso - prosegue Toti su Facebook - Tanto più che, in questo caso, il luogo dove far costruire il Biodigestore lo hanno deciso loro nel 2002. E sono coloro che a livello nazionale si spacciano come alfieri di un’Italia nuova e moderna. Altro che Italia Viva... pudore morto!! Vedere i grillini proporre soluzioni inesistenti, come buttare i rifiuti in un campo e instillare dubbi sulla pericolosità di un impianto di biodigestione è coerente con quella politica che abbiamo visto portare avanti dalla Raggi, cioè quella delle discariche a cielo aperto e dei roghi. Chiedere ai romani per referenze. Vogliamo portare la Liguria nell’era moderna: raccolta dei rifiuti ecologica, senza rischi per nessuno, ma finalmente con tutela dell’ambiente adeguata al nostro bellissimo territorio. La sinistra ipocrita e le follie grilline non fermeranno il progresso. Non vogliamo ritrovarci tra dieci anni con una Liguria come loro hanno lasciato a noi!"