Condividi:


Pro Recco, dopo la conquista della Champions il tecnico Hernandez saluta

di Gregorio Spigno

"La mia è una scelta personale, sento il bisogno di fermarmi per riflettere e decidere tante cose anche a livello familiare"

Non è bastata la conquista della LEN Champions League per far sì che la Pro Recco e il tecnico biancoceleste Gabriel Hernandez proseguissero ancora insieme. L'allenatore ha già fatto presente al presidente Maurizio Felugo la sua decisione, irrevocabile a causa di alcune scelte familiari difficili.

"Prima di tutto desidero ringraziare Maurizio per la fiducia e l’opportunità che mi ha dato di guidare una squadra così forte e speciale - ha detto Hernandez -. E poi Gabriele Volpi che non ha mai fatto mancare la sua fiducia e l’affetto. La mia è una scelta personale e di vita, sento il bisogno di fermarmi per riflettere e decidere tante cose anche a livello familiare. Il momento mi chiede di pensare profondamente sul mio futuro".

"Con me porterò la capacità della squadra di reagire ad una situazione insperata e negativa come la sconfitta nella finale Scudetto. È stato bello vedere la Pro Recco giocare con umiltà e sacrificio, pensando solo al collettivo: era un obiettivo che mi ero prefissato al mio arrivo".

"Ringrazio i giocatori per lo sforzo che hanno fatto in un anno difficilissimo, con i tre mesi iniziali praticamente senza partite, le finali di Coppa e campionato spostate: non è stato facile per loro e per me. La verità è che ho trovato un gruppo umanamente straordinario, la qualità sportiva già la conoscevo. Il mio grazie, infine, allo staff tecnico: ho conosciuto persone preparate e di cuore".