Presenti in Liguria quasi 40 mila cinghiali. La Cia: "Numeri insostenibili"

di Alessandro Bacci

Il presidente Aldo Alberto: "Quando mai in Liguria abbiamo avuto una presenza di selvatici così intensa? A questi aggiungiamo daini e caprioli"

Presenti in Liguria quasi 40 mila cinghiali. La Cia: "Numeri insostenibili"

Quasi 40 mila cinghiali in Liguria, è allarme ungulati. La stima è della Confederazione Italiana Agricoltori che ricorda il numero degli abbattimenti: 26 mila. "Numeri improponibili ed insostenibili per l'agricoltura e per le aree interne - è la denuncia  di Aldo Alberto, presidente di Cia Liguria - Non si parla ormai di rinaturalizzazione, ma di allevamento monospecie. Quando mai in Liguria abbiamo avuto una presenza di selvatici così intensa? A questi aggiungiamo daini e
caprioli e il quadro è completo".

La preoccupazione riguarda la presenza di animali selvatici in aree rurali con conseguenze per le attività agricole: "Abbiamo provato e riprovato a sensibilizzare la politica ed i decisori, abbiamo avuto il sostegno di decine di Sindaci, abbiamo tentato un colloquio costruttivo con i cacciatori, ma i risultati sono parole vuote o peggio vere e proprie prese in giro", conclude Alberto.