Giovedi, 22 agosto 2019  

Ponte Morandi, i familiari delle vittime premiano i soccorritori a Cornigliano

Una corona di fiori bianchi sul lato ovest del futuro viadotto, poi la consegna delle targhe
2019-08-16T07:46:48+00:00

Dopo la commemorazione ufficiale nell’anniversario di ponte Morandi ecco “l’altra” manifestazione, un composto ricordo privato organizzato dal comitato dei parenti delle vittime a cui aderiscono 15 famiglie dei deceduti per il crollo con il supporto e l’accompagnamento – anche fisico – di Sap, Sindacato autonomo di Polizia. Sui loro manifesti si leggono i nomi dei 43 e una scritta: “Memorial day per non dimenticare le 43 vittime del Ponte Morandi strappate alla vita“.

Nell’area antistante l’Ikea è stata deposta una corona di fiori bianchi. Da qui, fiaccole alla mano è partito un corteo, non prima di aver liberato in cielo palloncini bianchi con i 43 nomi, accompagnati da cuori rossi.

Il corteo dei familiari – sono 15 le famiglie che aderiscono al comitato dei parenti delle vittime – è partito in auto, scortato dai poliziotti podisti che aprono il gruppo seguiti colleghi in bicicletta. Le famiglie si sono mosse verso Cornigliano, dove si trova la sede del Municipio Centro Ovest: qui hanno trovato ad accoglierli il prefetto di Genova Fiamma Spena, il sindaco di Genova Marco Bucci, il governatore regionale Giovanni Toti, l’assessore Cavo e i rappresentanti dei soccorritori premiati tra lacrime di commozione e ringraziamenti da parte dei familiari che si alternano al microfono.

Dopo il discorso di Gloria Puccetti, presidente del coordinamento nazionale “Noi non dimentichiamo”, la mamma che perse il figlio Matteo a Viareggio a causa di un infortunio sul lavoro, è il momento della consegna delle medaglie: la cerimonia inizia con un’ovazione per i Vigili del Fuoco, tra le lacrime di commozione del papà di una delle vittime, Luigi Matti Altadonna. A seguire riconoscimenti per il questore Vincenzo Ciarambino, Alberto Tersigni del Nucleo provinciale dei Carabinieri, ufficiali e militari della Guardia di Finanza, Protezione civile e Regione Liguria, il commissario della polizia locale di Genova Roberto Rogna, i rappresentanti della Polizia locale di Milano, Torino, Livorno, il comando militare dell’Esercito in Liguria, il 118, la Polizia penitenziaria, i VAB di Montoggio, i volontari Aib Valbisagno, la Prefettura di Genova, i Volontari Nuova acropoli, la Pubblica assistenza Fegino, la Protezione civile volontari emergenza radio,  Radio club Genova est, Organizzazione europea vigili del fuoco, Associvile, Salvatore Marino segretario del Sap della Polizia di stato.

TELENORD