Giovedi, 22 agosto 2019  

Ponte Morandi, 43 rose per 43 vittime, ecco i loro nomi

Italiani, francesi, albanesi, cileni. Giovani in vacanza, famiglie, lavoratori. Le vittime del crollo
2019-08-14T19:35:15+00:00

43 rose per 43 vittime, quelle del crollo del viadotto autostradale Morandi sulla A10, a Genova, il 14 agosto 2018.

Le ultime a essere riconosciute furono Cristian Cecala, la moglie Dawna e la figlia Kristal, di 9 anni, di Oleggio (Novara).
Con loro tra gli ultimi riconosciuti c’era Mirko Vicini, 30 anni, di Genova, operaio Amiu.
Marian Rosca, camionista romeno di 36 anni, che viaggiava col collega Anatoli Malai, di 44 anni.
Una famiglia arrivava da Pinerolo: Andrea Vittone, nato a Venaria Reale, 50 anni, la moglie Claudia Possetti, nata a Pinerolo, 48 anni, i figli della donna Manuele e Camilla di 16 e 12 anni.
Un’altra famiglia sterminata da ponte Morandi è quella dei Robbiano che vivevano a Campomorone (Genova): il padre Roberto, 44 anni, nato a Genova, la madre Ersilia Piccinino, 41 anni, nata a Fersale (Catanzaro), il figlio Samuele, 8 anni.
E ancora: Andrea Cerulli, 48 anni, di Genova;
Elisa Bozzo, 34 anni, nata a Genova e residente a Busalla (Genova);
Francesco Bello, 42 anni, di Serrà Riccò (Genova);
Alberto Fanfani, 32 anni, nato a Firenze, fidanzato con Marta Danisi, 29 anni, nata a Sant’Agata di Militello (Messina);
Stella Boccia, 24 anni, nata a Napoli e residente a Civitella Val di Chiana e il fidanzato Carlos Jesus Erazo Truji, 27 anni peruviano.
Erano 4 gli amici che tornavano a casa dopo una vacanza in Spagna, a Torre del Greco (Napoli): Giovanni Battiloro, 29 anni, Antonio Stanzione, 29 anni, Gerardo Esposito, 27 anni e Matteo Bertonati, 27 anni.
Giorgio Donaggio, 57 anni, nato a Genova e residente a Toirano (Savona);
Alessandro Campora, 55 anni, nato a Genova;
Giovanna Bottaro, 43 anni, di Novi Ligure (Alessandria);
Vincenzo Licata, 58 anni, nato a Grotte (Agrigento);
Luigi Matti Altadonna, 35 anni, nata a Genova;
Angela Zerilli, 58 anni, nata a Corsico (Milano);
Gennaro Sarnataro, 43 anni, nato a Volla (Napoli);
Alessandro Robotti, 50 anni, nato a Alessandria;
Bruno Casagrande, 57 anni, nato a Antonimina (Reggio Calabria) residente a Genova, collega di Mirko Vicini in Amiu.
Un gruppo di vittime erano francesi: Axelle Place 20 anni, Nathan Gusman 20 anni, Melissa Artus 22 anni, William Pouza 22 anni.
I morti cileni sono Juan Ruben Figueroa Carrasco 59 anni residente a Genova, Leyla Nora Rivera Castillo 48 anni, Juan Carlos Pastenes 64 anni.
Due i morti albanesi: Admir Bokrina 32 anni, Marius Djerri 22 anni.
Una vittima era colombiana: Henry Diaz Henao, 38 anni.

Il momento toccante della lettura dei nomi delle vittime nel corso della commemorazione del 14 agosto 2019

TELENORD