Condividi:


Polemica sui segnaposto in plastica in spiaggia, Bucci: "Li sostituiremo con sacchi di juta"

di Redazione

Sabato la riapertura, ma la spiaggia di Voltri è ancora off limits

Potrebbero chiudersi in fretta le polemiche sui sacchetti di plastica che la protezione civile di Genova sta posizionando sulle spiagge libere per delimitare gli stalli necessari a garantire il distanziamento sociale nell'ambito delle prescrizioni anti Covid. "E' una soluzione provvisoria - ha spiegato il sindaco Marco Bucci - non ottimale, ma tra 10 o 15 giorni contiamo di sostituire quei sacchetti di plastica pieni di sabbia con sacchi di juta, quindi anche un tessuto naturale che non darà problemi dal punto di vista della compatibilità con l'ambiente".

Il sindaco ha risposto così al Partito Democratico che, in giornata, aveva alzato gli scudi contro l'utilizzo di materiale potenzialmente inquinante sui litorali cittadini. Bucci ha anche spiegato che "l'ipotesi di utilizzare bastoni e corde, come suggerito dai consiglieri del Pd, è stata bocciata in sede di analisi del protocollo, sarebbe stata pericolosa per i bambini e non solo".

E' confermata per sabato 30 maggio l'apertura delle spiagge libere a Genova, ma non tutte e 27. In particolare c'è un dubbio sulla grande spiaggia di Voltri, nel ponente, sulla quale è in atto un ripascimento. L'apertura al pubblico è rinviata, nel caso, di una settimana.

Il sindaco di Genova ha parlato anche degli spostamenti in città: nella giornata di ieri, lunedì, c'è stato un aumento del 20% rispetto al lunedì precedente nei flussi relativi agli spostamenti dei genovesi, analizzati attraverso le celle telefoniche. "Ce lo aspettavamo ma speriamo di tornare in linea con la settimana scorsa".