Condividi:


Piaggio Aero, Vella: "Le manifestazioni d'interesse segno di un'azienda con prospettive"

di Marco Innocenti

"Mancano però ancora i finanziamenti per i P1HH"

"Le manifestazioni di interesse sono un segno tangibile di un’azienda che seppur in amministrazione straordinaria ha importanti prospettive di sviluppo". Sono le parole di Alessandro Vella, segretario generale di Fim Cisl Liguria, sulle 19 manifestazioni d'interesse per l'acquisizione di Piaggio Aerospace. "Lo abbiamo sempre sostenuto - aggiunge Vella - grazie alle eccellenze di know how dei mille lavoratori dei due siti in Liguria di un’azienda da sempre altamente tecnologica. Un’azienda considerata strategica per il nostro paese che però non ha avuto ancora   il via libera al programma del P1HH".

"Sarebbe davvero una scelta non comprensibile da parte del governo quella di non finanziare con 160 milioni la certificazione del P1HH (costo circa 70 milioni ) con la relativa stazione a terra e i primi due aerei a pilotaggio remoto. Con l’ufficialità delle manifestazioni di interesse capiremo nei prossimi mesi quali sono le aziende ammesse che avranno presentato un piano industriale di sviluppo che tenga insieme tutta la Piaggio Aero. L’auspicio e che fra queste possa esserci una proposta da parte di una azienda di eccellenza come Leonardo.   Piaggio aero oggi può contare su un portafogli ordini importante con i nuovi P180 istituzionali e i retrofit, la parte importantissima dei contratti sui motori più il recente contratto di supporto logistico ( circa 900 milioni)" conclude Vella.