Condividi:


Parigi-Orly, 18 slot dell'aeroporto di Air France andranno a Vueling

di Edoardo Cozza

L'azienda ricapitalizza e la Commissione Ue ha esaminato le proposte dei vettori concorrenti per la riorganizzazione

 La Commissione Europea ha classificato Vueling al primo posto tra i vettori aerei che avevano chiesto di beneficiare del portafoglio di 18 bande orarie giornaliere presso l’aeroporto di Parigi-Orly. Questi saranno messi a disposizione da Air France per porre rimedio a eventuali indebite distorsioni della concorrenza a seguito della sua ricapitalizzazione da parte dello Stato francese, autorizzata dalla Commissione nell’aprile 2021. Di conseguenza, Vueling otterrà 18 slot giornalieri presso l’aeroporto di Parigi-Orly e inizierà operare nuove rotte da novembre 2021.

Il 5 aprile 2021, la Commissione ha approvato il piano della Francia di concedere fino a 4 miliardi di euro per la ricapitalizzazione di Air France, attraverso la sua holding. La misura è stata autorizzata nell’ambito della disciplina degli aiuti di Stato temporanei, subordinata, in particolare, all’attuazione da parte della Francia di misure aggiuntive volte a preservare una concorrenza effettiva. In questo contesto, la Francia ha offerto impegni riguardo all’aeroporto di Orly, dove Air France ha un notevole potere di mercato. Gli impegni in questione prevedono che Air France trasferisca a un vettore concorrente fino a 18 bande orarie giornaliere nell’aeroporto di Parigi-Orly, al fine di consentire l’ingresso o l’espansione a lungo termine di un vettore concorrente in tale aeroporto, nell’interesse dei consumatori.

La Commissione, assistita dal fiduciario incaricato della sorveglianza, ha esaminato nel dettaglio le proposte pervenute, privilegiando i vettori che già operano con una base presso l’aeroporto di Parigi-Orly. Sulla base di questa valutazione, la Commissione ha classificato al primo posto la proposta di Vueling. Vueling dovrà concludere con Air France l’accordo per l’accesso agli slot che gli consentiranno di espandere le sue attività all’aeroporto di Parigi-Orly e di offrire nuovi voli a partire da novembre 2021. Margrethe Vestager, vice-presidente esecutivo responsabile della concorrenza, ha dichiarato: “A seguito di una procedura aperta, Vueling otterrà 18 degli slot giornalieri di decollo e atterraggio attualmente detenuti da Air France all’aeroporto di Parigi-Orly. Ciò consentirà a Vueling di espandere le proprie attività in questo aeroporto altamente congestionato, contribuendo così a garantire prezzi equi e una scelta più ampia per i consumatori europei. Contribuisce inoltre a garantire che il considerevole sostegno di capitale concesso ad Air France consenta a questa compagnia aerea di superare le difficoltà finanziarie dovute alla pandemia di COVID-19 senza distorcere indebitamente la concorrenza nel mercato unico. ”