Condividi:


Paolo Rossi, l'ultimo saluto nel Duomo di Vicenza. Cabrini: "Resta vicino a me"

di Maria Grazia Barile

La bara portata a spalle dai compagni della Nazionale del Mondiale '82

Si sono svolti questa mattina nel Duomo di Santa Maria Annunciata a Vicenza i funerali di Paolo Rossi. A sollevare la bara e ad accompagnarlo i campioni del mondo del 1982: Tardelli, Cabrini, Altobelli, Collovati, Oriali, Antognoni, Dossena. Presenti anche Bruno Conti, Paolo Maldini, Roberto Baggio, il presidente Figc Gravina, tra le corone di fiori anche quella dell'Uefa. Tutta la città si è stretta attorno alla moglie Federica Cappelletti, alle figlie Maria Vittoria e Sofia Elena, ad Alessandro figlio della prima moglie Simonetta. Nel rispetto delle norme anti Covid, erano circa 300 le persone all’interno del Duomo di Vicenza, fra gli altri il sindaco Francesco Rucco. 

Il presidente della Figc, Gravina, ha deposto una maglia azzurra della nazionale italiana con il numero 20 sul feretro di Paolo Rossi.

Toccante il saluto di Antonio Cabrini: " Ho perso non solo un amico, ma un fratello. Quante emozioni abbiamo condiviso.
Pensavo che avremmo camminato insieme ancora a lungo. Già mi manchi, mi mancano i tuoi scherzi, le tue parole di conforto, le nostre liti ed il tuo sorriso. Sono quelli come te che rendono bella l'amicizia. Non ti lascerò andare. Sarai sempre dentro di me, ti prometto di stare vicino a Federica ed ai tuoi figli, ma tu resta vicino a me"