Condividi:


Nodo ferroviario, l'appello dei sindacati: "I lavori devono ripartire subito"

di Redazione

"Oltre 100 lavoratori in attesa di riprendere l'attività"

Lavori fermi da oltre un anno e la nomina del commissario che ancora non arriva: sono questi i temi sui quali si incentra la preoccupazione dei sindacati sul nodo ferroviario genovese. "La strategicità dell'opera è ormai da tutti acclarata - scrivono in una nota congiunta Federico Pezzoli, Andrea Tafaria e Mirko Trapasso di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil - Sono oltre cento le lavoratrici ed i lavoratori che attendono di poter riprendere la propria attività anche per garantire il sostentamento alle proprie famiglie".

"Condividiamo ed apprezziamo i reiterati appelli giunti trasversalmente da tutte le forze politiche e dalle istituzioni - proseguono - Apprezziamo altresì l'attivismo del nuovo Ministro delle Infrastrutture però la formalizzazione della nomina del commissario non è più procrastinabile. Tempo ne è stato perso persino troppo, Genova e la Liguria non possono più aspettare. Il tempo dei tentennamenti e dei tatticismi è finito, i lavori del nodo ferroviario devono ripartire immediatamente".