Nadia Possetti: "Per noi 'Ora basta' non esiste. Non dimentichiamo"

di Redazione

La sorella di Egle Possetti a Telenord rimarca gli attimi di terrore e il dolore di questi anni

Alla fine della cerimonia nella mattina del 14 agosto la sorella di Egle, Nadia Possetti  ha parlato davanti ai microfoni di Telenord. "I responsabili ci devono essere - ha spiegato- non è uno tsunami che ha ucciso per una catastrofe naturale 43 persone. Chiedo a tutti di pensare ai secondi di chi ha visto la morte in faccia. Non  parlo 'solo' della morte: il punto è come sono morti. Pensate ai bambini... Vorrei che questo mesaggio arrivasse a chi è contrario alla revoca perché è una vergogna. Abbiamo ricevuto tantissimo affetto, ma anche messaggi sgradevoli. C'è chi ha scritto 'Ora basta. Genova deve ripartire'. Per noi non esiste. Combatteremo con tutte le forze per sapere la verità". 

Poi tiene a rimarcare:"Invece un quindicenne a mia sorella ha detto che dal momento in cui è salito sul ponte San Giorgio per la prima volta fino alla fine ha sempre pianto. La vicinanza e la pontaneità di tanti giovani ci ha rinfrancati. Anche Conte, per quanto ho percepito, ha un'umanità incredibile, lo sentiamo vicino. Sono fiduciosa nella Giustizia, so che lavoreranno al meglio.