Condividi:


Maltempo, Mulé: "Serve una legge speciale per la Liguria"

di Redazione

Il neo-coordinatore ligure Bagnasco: "Sarò al suo fianco"

Dopo l'ennesima ondata di maltempo di quest'autunno drammatico per la Liguria, si torna a fare la conta dei danni e la politica invoca una legge speciale per la Liguria, che sappia affrontare la questione del dissesto idrogeologico di un territorio tanto fragile quanto esposto. "Seguo con forte preoccupazione la nuova ondata di maltempo che sta investendo la Liguria, in particolare la provincia di Imperia - ha detto Giorgio Mulé, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato - Oggi ci sarà il rito della "conta dei danni" e, lo dico senza polemica, è ora di smetterla: la Liguria è in una situazione di emergenza continua a causa di un dissesto idrogeologico figlio dell'incuria dell'uomo e dei cambiamenti climatici".

"È ora di avere l'ambizione di varare una legge speciale per la Liguria, di superare una volta per tutte la logica dell'emergenza e pianificare per i prossimi dieci anni interventi di manutenzione e sviluppo in un territorio unico. Non c'è appartenenza politica, non c'è bandierina da piantare - prosegue Mulé - Mi rivolgo a tutti i parlamentari liguri almeno per provare, insieme, a fare fronte unico. Per quanto mi riguarda proverò a trovare questa convergenza sulla base di una proposta di legge che trasmetterò loro con la disponibilità a modificare e migliorarla".

A breve giro di posta arriva anche la risposta del neo coordinatore ligure di Forza Italia, Carlo Bagnasco: "Il Levante ligure, come il Ponente, è colpito dall'ennesima emergenza maltempo - ha detto - Abbiamo sperimentato quanto sia doloroso e difficile ripartire, lo abbiamo fatto e lo rifaremo anche stavolta. Ma ha ragione l'onorevole Giorgio Mulé: è giunto il tempo di pensare e soprattutto varare una legge speciale per la Liguria. Da sindaco e da coordinatore di Forza Italia in Liguria sarò al suo fianco per supportarlo in ogni esigenza".